Giorgio Galli

Laureato in giurisprudenza, lungamente docente di Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi di Milano, è uno dei più affermati politologi italiani. La sua produzione di storico è orientata prevalentemente alla storia contemporanea italiana, in particolare al secondo dopoguerra. In molteplici scritti esplora con acutezza e rigore scientifico temi di carattere sociologico, ponendo particolare attenzione al connubio tra storia ufficiale ed esoterismo. I suoi lavori si caratterizzano per l’attenzione anche ad aspetti particolari sulla storia delle idee politiche, quali, ad esempio, le radici “magiche” o irrazionali che concorrono a formare l’adesione di massa a determinate ideologie politiche, soprattutto quelle di natura totalitaria. Tiene una rubrica intitolata Le divergenze convergenti sulla rivista mensile Linus. Autore di molte opere tra cui: La sinistra italiana nel dopoguerra; La sinistra democristiana. Storia e ideologia; Storia della Democrazia cristiana.