Se hai domande clicca su informazioni e compila il form

Per accedere alla selezione scrivi a [email protected]

MASTER IN INTELLIGENCE ECONOMICA 20019/2020

Le selezioni per il Master sono aperte fino al 25 settembre

OBIETTIVI

Una decisiva priorità delle aziende italiane di fronte ai mercati aperti è quella di contrastare le minacce derivanti da attori economici esterni altamente competitivi e aggressivi. E L’enorme quantità di informazioni presente nei canali on line e off line (Data Rich) è la più grande ricchezza potenzialmente disponibile del nostro tempo.

Tuttavia tale opulenza è di difficile decifrazione o quantomeno di problematica valorizzazione per la Media impresa nazionale. La PMI è inoltre sempre più vulnerabile agli attacchi cyber (cyberwarfare) e all’incremento esponenziale delle attività di spionaggio industriale e tecnologico sia sul fronte della concorrenza internazionale, sia su quello della competizione interna tra aziende nazionali.

La crescente dimensione cognitiva delle questioni commerciali implica un’alta competenza interpretativa e operativa per poter trasformare le ingenti mole di dati in indicatori di performance utili al business e a una nuova organizzazione dell’azienda pubblica e privata (si pensi all’anomaly detection nei diversi dipartimenti volta a ottimizzare la produttività dei fattori).

CUSTODIRE, PROTEGGERE, VINCERE

Custodire le conoscenze, le informazioni strategiche, significa sottrarle alla dissipazione, al depauperamento e all’accesso indesiderato.

Proteggere il patrimonio di conoscenza da chi intende impossessarsene illegittimamente, ma anche da chi può approfittare della debolezza finanziaria o giuridica del proprietario. I fattori strategici della competenza sono tali solo se impegnati costantemente, per la loro stessa evoluzione, nell’aggiornamento e nello sviluppo. L’alternativa alla crescita nel tempo è l’annullamento del valore, non il suo consolidamento.

Chi possiede le informazioni e le utilizza vince, non solo per se stesso ma per l’intero sistema nazionale e geopolitico di riferimento. Chi non vince, viene vinto. Lo stato di neutralità non è contemplato nella guerra economica in corso.

Quanto esposto motiva la forte domanda, largamente disattesa, di figure professionali coerenti con l’espandersi planetario della riproduzione della ricchezza e delle relative guerre commerciali.

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE

Competitive Analyst, Data Scientist, Analista geoeconomico e geopolitico, Responsabile Cyber Security, Gestore della Security, Analista di informazioni da fonti aperte (Data Mining), Spin doctor (Influenza nel mondo della comunicazione), Analista del rischio commerciale.

A CHI È RIVOLTO

Neolaureati dei corsi di laurea (si privilegiano lauree in Economia, Ingegneria, Statistica, Matematica, Diritto), dirigenti, quadri e funzionali pubblici desiderosi di intraprendere una carriera nel mondo dell’impresa, nei dipartimenti di relazioni istituzionali, commerciali e corporate strategy. Professionisti che necessitano di un aggiornamento specifico.

CARATTERISTICHE TECNICHE INSERIMENTO

Master a numero chiuso: 20 alunni
CV
Certificato di laurea con punteggio

STRUTTURA E DURATA

6 mesi. Da settembre 2019 a marzo 2020
Moduli, due giorni full time al mese in aula con lezioni frontali weekend (venerdì e sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18)
Test per ogni modulo link col successivo
Materiale e lezioni online per tutta la durata del master
Convegno-dibattito sulle tesi finali degli allievi

WORKSHOP. CASE HISTORY

Inhouse trainings formativi.
Una parte fondamentale del Master è rappresentata dalla sperimentazione diretta da parte degli allievi nella risoluzione di casi critici affrontati da aziende e amministrazioni pubbliche, al fine di integrare competenze teoriche e pratiche “sui campi” della battaglia commerciale.
Gli incontri sono organizzati con i vertici delle aziende partner dell’Istituto e consentono di inaugurare insieme alla specifica finalità didattica un vincolo relazionale tra la dirigenza delle imprese coinvolte e i discenti.

 

PROGRAMMA

Seminario

L’Intelligence economica come strumento interpretativo dei mercati.
Stato di fatto e ipotesi di proiezione future della guerra economica.
Il cyberspazio quale luogo della guerra commerciale. Cyber Intelligence.

Venerdì 4 Ottobre

9,30 – 10 GIACOMO STUCCHI (Presidente Dipartimento Intelligence economica, già Presidente COPASIR) Saluti Istituzionali
10 -10,30 IVAN RIZZI (Presidente IASSP) Introduzione Master e Obiettivi
10,30 – 12,30 MARIO MAURO (Eurodeputato. Già Ministro della Difesa) Proiezioni future della guerra economica

Aut CARLO JEAN Generale/saggista/docente. Esperto di strategia militare e di geopolitica

Sessione Pomeridiana

14 -15 GIANNI TEDESCHI (Pres. Sofinter) Case History di conflitti economici in corso
15 – 16 LUCA GARAVOGLIA (Pres. Campari)

Dibattito e simulazioni

Sabato 5 Ottobre

9,30 -12,00 LARIS GAISER (Analista strategico). Excursus delle Intelligence Economiche europee e il ruolo dell’Italia
12.00 – 13 Presentazioni di casi significativi in merito ad attacchi commerciali nei confronti dell’Italia, ANGELO TOFALO (Sottosegretario di Stato alla Difesa)

Aut CARLO JEAN Generale/saggista/docente. Esperto di strategia militare e di geopolitica

Sessione Pomeridiana

14,30 -15,30 La Guerra dell’informazione e il caso Finmeccanica PIERFRANCESCO GUARGUAGLINI (già Pres. Finmeccanica) e UMBERTO MALUSÀ (già direttore comunicazione e affari istituzionali Finmeccanica)
15,30 – 16.30 ROBERTO SIAGRI (CEO Eurotech)

Dibattito e simulazioni


Seminario

Security analytics applicazione della big data analytics per la sicurezza aziendale. Cyber Security Big Data per la PMI: un approccio su misura (“taylored”)
Internet of Everything e Dati personali: la vera ricchezza dell’attualità. La simbiosi rivoluzionaria tra Big Data e A.I.
Tecniche di Data Mining e Blockchain quale approccio metodologico al risk management.

Venerdì 25 ottobre

9,30 – 12,30 PIERLUIGI PAGANINI (Cybersecurity expert) Cyber security nel contesto aziendale – Alcuni casi aziendali di attacchi cyber
CHRISTIAN HARBULOT, Directeur de l’École de Guerre économique Paris (da confermare)

Sessione Pomeridiana

14 – 15,30 NICOLÒ RUSSO (Data scientist nel settore banking), tecniche di data mining e Blockchain
15,30 – 16,30 MASSIMO VISENTIN (CEO Pfizer Italy) aut sabato 29 febbraio 2020

Dibattito e simulazioni

Sabato 26 Ottobre

9,30 – 10,30 STEFANO VENTURI (CEO Hewlett Packard Enterprises Italia) Il ruolo dei Big data nelle PMI.
10.30 – 11. 30 MORTEN LEHN (Direttore Generale KASPERSKY Italia) da confermare

Dibattito e simulazioni

Sessione Pomeridiana

14-15 GIUSEPPE GAGLIANO (Analista strategico). Intelligence economica e guerra economica negli scenari multipolari
15-16 DOMENICO PELLEGRINO (Ceo Bluvacanze)

Case history Aziendali
Dibattito e simulazioni


Seminario

Strategie di Business Intelligence. Risk assessment degli investimenti all’estero. Metodi di ricerca di informazioni su Rete e di monitoraggio. Deep Web.
Gestione della realtà cognitiva. Iniziative di influenza e di discredito nella comunicazione.
Public immage (informazione e controinformazione).
Contrasto/gestione delle operazioni di destabilizzazione commerciale.

Venerdì 29 Novembre

9,30 – 11,30 UMBERTO SACCONE (CEO Ify advisory e già global security director ENI) Risk assessment degli investimenti all’estero. Quali metodologie pratiche
11,30 – 13 ALESSANDRO POLITI (analista strategico) Introduzione all’Open Source intelligence

Sessione Pomeridiana

14,30 – 17 ALESSANDRO POLITI – strumenti per l’Opern source intelligence a supporto della PMI

Dibattito e simulazioni

Sabato 30 Novembre

9,30 – 12 MARCO GIACONI (analista d’intelligence già direttore CEMISS). Influenza e discredito nella comunicazione SERGIO VENTO (già Ambasciatore New York, Parigi e Rappresentante Permanente presso l’ONU), Le operazioni di destabilizzazione commerciale
12 – 13 Presentazione di case history e lavoro di gruppo
14, 30 – 16 STEFANO CHICCARELLI (Esperto di sicurezza informatica) da confermare
16 -17 ALBERTO RIBONI (CEO RBN). Globalizzazione e PMI nel contesto multipolare

Dibattito e simulazioni


Seminario

Lobbying e relazioni istituzionali.
La percezione dell’intelligence. Le agenzie di stampa e i media in generale.

Venerdì 24 Gennaio

9,30 – 11,30 ALBERTO CATTANEO (Fondatore Cattaneo & Zanetto)
11,30 – 13 FABIO BISTONCINI (Pres. FB & Associati) Il ruolo delle società di lobbying e il contesto europeo

Sessione Pomeridiana

14,30 – 15,30 PAOLO SCUDIERI (Pres. Adler) il ruolo di una eccellenza italiana da 16000 dipendenti e l’influenza commerciale. Tecniche di management e strategiche nell’industria dell’automotive
15,30 – 16,30 SIMONE SANTINI (VP adidas Group) Dibattito e simulazioni

Sabato 25 gennaio

9,30 – 11,30 DIEGO FUSARO Direttore Dipartimento di filosofia politica IASSP
11,30 – 13 CLAUDIO ANTONELLI (Giornalista econoista) Presentazione case history. Le agenzie di stampa e i media

Sessione Pomeridiana

15, 30 – 16.30 – FRANCESCO PUGLIESE (Ceo Conad)

Dibattito e simulazioni


Seminario

Il sistema informativo: insider illegal networks security, intelligence detecting resources.
Intercettazioni e privacy, una sfida normativa e il piano giuridico. Intelligence e Law.
Riferimenti al Regolamento Generale UE per la protezione dei dati (GDPR).

Venerdì 28 Febbraio

9.30 – 13 STEFANO MELE (Partner Carnelutti Law Firm) Intercettazioni e privacy
LORENZA MORELLO Presentazione di alcuni casi famosi di intercettazione aziendale

Sessione Pomeridiana

14,30 – 17 NICOLA VANIN (Data Governance and Information Security Manager TIM).
Riferimenti al regolamento Generale UE

Sabato 29 Febbraio

9,30 – 11,30 DAVIDE DEL VECCHIO (Cyber Security)
11,30 – 13 PAOLO STAGNO (Cyber Security). Il ruolo dell’hacking nella guerra economica

Sessione Pomeridiana

14,30 – 15,30 MARIANNA VINTIADIS (CEO South Europe KROLL) Il ruolo dell’intelligence nello spionaggio industriale.
15,30 – 16,30 MASSIMO VISENTIN (CEO Pfizer Italy) aut sabato 5 ottobre 2019

Dibattito e simulazioni


Seminario

Educazione/cultura di Intelligence.
Intelligence e democrazia. Ipotesi difensive contro l’ipertrofia giuridica e burocratica di fronte all’ accelerazione della concorrenza globale.
L’analista di intelligence, il data scientist e il de bunker: quali impieghi?

Venerdì 27 Marzo

9,30 – 1.30 PAOLO ATTIVISSIMO (debunker) Il ruolo del debunking nell’infowar

Sessione Pomeridiana

14 – 15,30 CLAUDIO MICHELIZZA (debunker e fondatore di Bufale.net). Controinformazione, costruzione e viralità delle fake news. Alcuni esempi

Dibattito e simulazioni

Sabato 28 Marzo

9,30 – 12,30 NICOLÒ RUSSO (Data Scientist nel settore bancario). Modelli di big data anlytics per ottenere un vantaggio competitivo commerciale nella geopolitica dei Nuovi Imperi

Sessione Pomeridiana

14,30 – 17,30. Lavoro di Gruppo. Modelli pratici di Big data anlytics e funzionalità a livello strategico corporate.

Dibattito e simulazioni


Seminario

Aprile

9.30 – 10 Intervento di fine lavori del Presidente della Regione Lombardia ATTILIO FONTANA (da confermare)
10 – 12 aut DARIO FABBRI Saggista. Docente geopolitica Sintesi teorica e prospettive

Conclusione e consegna attestati

(Il programma potrà subire variazioni)

Se hai domande clicca su informazioni e compila il form

Per accedere alla selezione scrivi a [email protected]
I nostri dottorandi Ph.D. durante l’incontro con Olga Iarussi, CEO South Europe Triumph International

TEMATICHE MASTER

(6 MODULI DI LEZIONI FRONTALI)

I

L’intelligence economica come strumento interpretativo dei mercati.
Stato di fatto e ipotesi di proiezione future della guerra economica.
Il cyberspazio quale luogo della guerra commerciale. Cyber Intelligence.

II

Security analytics applicazione della big data analytics per la sicurezza aziendale. Cyber Security
Big Data per la PMI: un approccio su misura (“taylored”)
Internet of Everything e Dati personali: la vera ricchezza dell’attualità. La simbiosi rivoluzionaria tra Big Data e A.I.

III

Strategie di Business Intelligence. Risk assessment degli investimenti all’estero.
Metodi di ricerca di informazioni su Rete e di monitoraggio. Deep Web.
Gestione della realtà cognitiva. Iniziative di influenza e di discredito nella comunicazione.
Public immage (informazione e controinformazione).
Contrasto/gestione delle operazioni di destabilizzazione commerciale.

IV

Lobbying e relazioni istituzionali.
La percezione dell’intelligence. Le agenzie di stampa e i media in generale.
Tecniche di Data Mining e Blockchain quale approccio metodologico al risk management.

V

Il sistema informativo: insider illegal networks security, intelligence detecting resources.
Intercettazioni e privacy, una sfida normativa e il piano giuridico. Intelligence e Law.
Riferimenti al Regolamento Generale UE per la protezione dei dati (GDPR).

VI

Educazione/cultura di Intelligence.
Intelligence e democrazia. Ipotesi difensive contro l’ipertrofia giuridica e burocratica di fronte all’ accelerazione della concorrenza globale.
L’analista di intelligence, il data scientist e il de bunker: quali impieghi?

** Per alcuni moduli sono previste delle simulazioni attraverso “operazioni mimate”.
Weekend con un venerdì e un sabato al mese.

Se hai domande clicca su informazioni e compila il form

Per accedere alla selezione scrivi a [email protected]

Queste le figure professionali richieste dalle aziende

Disponibilità placement

Luca Garavoglia Presidente di Davide Campari-Milano S.p.A.

Davide Campari-Milano S.p.A. è una azienda leader nell’industria globale del beverage di marca con un portafoglio di oltre 50 marchi premium.

Oggi, la società, per affrontare le sfide del mercato globale ha bisogno di figure professionali in grado di svolgere le seguenti attività:

  1. Analisi strategica dei mercati esteri in linea con il business di riferimento dell’azienda
  2. Interpretazione olistica dei Big data. Unire competenze tecniche di Data Science con un’interpretazione “umanistica” al fine di delineare una corporate business strategy
  3. Business Counterintelligence. Protezione del know how aziendale e ricerca di informazioni sulle attività concorrenziali.
  4. Public Affairs, Advocacy & Institutional Relations
  5. Media Relations specialist
  6. IT analyst/cyber security specialist
Giuseppe Fedegari  Presidente Fedegari Group

Fedegari Group è leader mondiale nella realizzazione di macchine e soluzioni chiavi in mano per la produzione di farmaci sterili con un forte orientamento al prodotto ed alle prestazioni di processo. In previsione della prossima fase di espansione del business, l’azienda sta valutando la possibilità di inserire nuove figure professionali in grado di mettere in relazione il mondo umanistico con quello tecnologico.
I candidati dovranno possedere le seguenti competenze:

  1. Elaborazione di analisi strategiche dei mercati esteri in linea con il business di riferimento dell’azienda
  2. Interpretazione olistica dei Big Data e capacità di coniugare competenze tecniche di Data Science ad un’interpretazione “umanistica” al fine di delineare una strategia di business efficace
  3. Progettazione di strategie di Business Counter Intelligence e di protezione del know-how aziendale sviluppando, al contempo, la raccolta delle informazioni sulle attività concorrenziali
  4. Content Marketing specialist/Comunicazione Interculturale
Ezio Vergani  Presidente Ascopompe

Ezio Vergani guida il gruppo Ascopompe, composto da società italiane e estere specializzate nel fluid handling. I fattori di successo sono stati determinati dall’innovazione, dall’internazionalizzazione e dalla formazione.
Le figure di management che cercheremo per il futuro dovranno saper coniugare il mondo umanistico con quello tecnico (la tecnologia).
In particolare queste figure dovranno avere competenza in:

  1. Analisi strategica dei mercati esteri in linea con il business di riferimento dell’azienda
  2. Interpretazione olistica dei Big data. Unire competenze tecniche di Data Science con un’interpretazione “umanistica” al fine di delineare una strategia di business adeguata
  3. Business Counterintelligence. L’intelligence è informazione che consente all’azienda di ottenere un vantaggio competitivo. Per questo motivo è fondamentale proteggere il Know how aziendale e al contempo ottenere informazioni sulle azioni dei concorrenti.
Michela Conterno  CEO LATI S.p.A.
Paolo Scudieri Presidente di Adler Pelzer Group

Christian Harbulot, Directeur de l’École de Guerre économique Paris e Giacomo Stucchi, Presidente Copasir fino al 2018 incontrano allo IASSP l’imprenditoria italiana sulle tematiche dell’intelligence

Paolo Berra, Laris Gaiser, Nelso Antolotti, Giuseppe Fedegari, Roberto Siagri, Francesco Parisi, Sergio Vento, Giacomo Stucchi, Ivan Rizzi, Christian Harbulot, Umberto Saccone

Domenico Pellegrino, Armando De Nigris, Paolo Gottarelli, Carlo Musso, Umberto Malusà, Pierfrancesco Guarguaglini, Costante Portatadino, Valentino Mercati

Rocco Ruggero, Pasquale Esposito, Angelo Benedetti, Giuseppe Gagliano, Marco Giaconi, Giorgio Pisani, Giulio Properzi, Roberto Zorzo, Pierluigi Sgarabotto

Uno dei degli aspetti più rilevanti nel contesto della guerra cibernetica è certamente la destabilizzazione economica che può arrecare alle imprese, destabilizzazione che può arrecare danni per centinaia di milioni di euro. Proprio per questo le aziende devono investire sempre di più, e meglio, nella sicurezza informatica.

Consigliamo:

L’Intelligence economica può salvare la PMI

Doppia moneta per salvare l’italia. L’intervista all’economista Warren Mosler

DOCENTI IASSP

Marianna Vintiadis

Esperta in business intelligence

Nicola Vanin

Data Governance and Information Security Senior Manager

Francesco Cetta

Saggista, Professore Ordinario di Medicina

Carlo Musso

Responsabile dell’Ufficio Studi di Leonardo

Massimo Nava

Giornalista, saggista e scrittore

Alessandro Monchietto

Coordinamento Master

Mario Mauro

già Ministro della Difesa e senatore al Parlamento EU

Antonio Maria Rinaldi

Docente Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell'Informazione

Stefano Mele

Responsabile del Dipartimento di Diritto delle Tecnologie, Privacy, Cybersecurity e Intelligence

Diego Fusaro

Filosofo e Saggista

Andrea Vento

saggista e giornalista

Sergio Vento

"già Ambasciatore a Belgrado, Parigi, Nazioni Unite New York e WASHINGTON" nonché già Consigliere Diplomatico della Presidenza del Consiglio" (dal 1992 al 1995)

Giacomo Stucchi

Già Direttore Copasir

Umberto Saccone

Ceo Ifi Advisory (già direttore Security ENI)

Nicolò Russo

Data Scientist

Ivan Rizzi

Presidente IASSP

Costante Portatadino

già Deputato e Ceo Fondazione Europa Civiltà

Alessandro Politi

Saggista. già Direttore dell’Osservatorio scientifico “Nomisma”

Umberto Malusà

già Direttore Comunicazione Internazionale Finmeccanica

Pier Francesco Guarguaglini

Presidente di Gpm3srl, già presidente A.D. di Finmeccanica

Marco Giaconi

Analista Strategico

Laris Gaiser

Docente di Studi sulla Sicurezza, membro dell'ITSTIME presso l'Università Cattolica di Milano

Giuseppe Gagliano

Presidente Centro Studi Strategici Carlo De Cristoforis

Dario Fabbri

giornalista e analista internazionale

Vincenzo Camporini

Generale C.A., vicepresidente Istituto Affari Internazionali, già Capo di Stato Maggiore della Difesa e Presidente CASD

Paolo Berra

Fisico nucleare, Ceo Sicas

Gabriele Albertini

già Presidente della Commissione Affari Esteri al Parlamento Europeo. Senatore

RELATORI E TUTOR

Luca Garavoglia

Presidente di Davide Campari-Milano S.p.A.

Domenico Pellegrino

Ceo del Gruppo Bluvacanze

Roberto Siagri

Amministratore Delegato di Eurotech SpA

Vito Gulli

CEO e Presidente di Generale Conserve S.p.A.

Ezio Vergani

Presidente Asco Pompe

Simone Santini

Vice President Sales di Adidas

Riccardo Palmisano

Chief Executive Officer di MolMed S.p.A.

Lelio Gavazza

Executive Vice President Sales and Retail Bulgari

Stefano Venturi

Presidente e AD Hewlett Packard Enterprise Italia

Paolo Scudieri

Presidente Gruppo Adler-Hp Pelzer

Borse di studio

L’assegnazione delle Borse di studio sarà oggetto di valutazione di idoneità da parte del Comitato Scientifico dell’Istituto.

  • Il Master di Intelligence Economica è a numero chiuso e il processo di selezione viene svolto dal Comitato Scientifico. L’ammissione è ad esaurimento posti. (Seguendo la valutazione risultante dall’iter di selezione). Qualora il discente volesse ritirarsi dal Master dopo essersi iscritto, potrà presentare la domanda di rinuncia presso la nostra Segreteria inviando una raccomandata A/R al seguente indirizzo: IASSP Via Vittor Pisani, 6 – 20124 Milano. L’atto di rinuncia è irrevocabile e la sua formalizzazione per iscritto deve essere esplicita, senza aggiunta di condizioni o termini. La quota versata al momento dell’iscrizione sarà restituita per un importo pari al 50%, se il diritto di recesso viene esercitato entro il termine di 14 giorni dalla data del bonifico, attraverso le modalità indicate.
  • Alla presentazione della domanda di rinuncia, si è tenuti al pagamento dell’intera quota di iscrizione o delle rate stabilite e non versate qualora non si sia proceduto a formalizzare il recesso. Nel caso di dilazione del pagamento, la modalità di restituzione quote segue lo stesso criterio, verrà corrisposto il 50% dell’ultimo importo versato.
  • Esente da finalità di carriera accademica

RICHIEDI INFORMAZIONI

SIVE SPES

“Senza una crisi non c’è sfida. Senza sfide, la vita diventa una routine, una lenta agonia. Non c’è merito senza crisi. È nella crisi che possiamo realmente mostrare il meglio di noi”       (“Il mondo come io lo vedo” Einstein, 1931).

LA PAROLA AI DOCENTI, TUTOR E RELATORI

Giuseppe Gagliano Presidente Centro Studi Strategici Carlo De Cristoforis
Lorenza Morello Partner Morello Consulting